Monitor per Pc: Philips Vs Samsung

Ormai il mercato dei monitor per Pc vive di sfide, duelli fra competitors per conquistare la prima fila, il podio, la testa delle hit di settore, visualizzabili sul portale tematico www.monitorperpc.it. Proprio sulla spinta di questa competizione, i monitor per pc di ultima generazione hanno beneficiato di una crescita qualitativa senza precedenti, che ha affinato la produzione dei display rendendoli sempre più performanti e attrattivi a costi accessibili per battere la concorrenza. Prendiamo due giganti, Philips e Samsung, Paesi Bassi contro Corea del Sud, uno scontro fra titani che si gioca sull’offerta di mercato dei prodotti di ambedue i brand.

Philips, c’è poco da dire, è un marchio sinonimo di garanzia in ogni branca degli elettrodomestici e, ultimamente, del digitale, quasi impossibile restare delusi, resta aperto un varco dove s’insinuano i competitors per rosicchiare posizioni e scalare le classifiche di vendite e gradimento. Nel mare magnum delle proposte commerciali c’è posto per tutti, anche se si sta stretti, a patto che si differenzi l’offerta e si punti su prodotti esclusivi che si distinguono da quelli della concorrenza, quanto mai insidiosa e spietata. Cos’hanno i monitor per pc Philips che i modelli Samsung non hanno? O, se preferite, cambiate l’ordine dei soggetti, tanto la sostanza la fanno i prodotti e quelli di Philips, come detto poc’anzi, se non sfiorano la perfezione poco ci manca.

I display per pc Philips non vanno in un’unica direzione, ma si propongono con specifiche e caratteristiche diverse a seconda del campo di riferimento a videogamers, manager e casalinghe, con la stessa cura nell’assemblaggio del dispositivo, sia che si tratti di prodotti ad uso hobbistico che utilizzati da professionisti per lavoro. E Samsung? Non sta, di certo, a guardare. Il brand coreano non ha perso tempo nell’evolversi proponendo soluzioni innovative e avanguardistiche, fra queste gli schermi con l’esclusiva tecnologia Amoled, il ‘dopo Led’ che si traduce in colori sgargianti e immagini dal contrasto inedito, sopra gli standard per esperienze avvolgenti anche sul piano emozionale oltre che nella fruizione utilitaristica dello schermo. La scelta resta soggettiva, anche se fra titani più che pronosticare sconfitte o vittorie prevale il pareggio.