Ferro da stiro, l’importanza della piastra

Quando si tratta di scegliere il proprio ferro da stiro, uno dei fattori da tenere in considerazione è la piastra, in quanto proprio da essa possono dipendere le più o meno buone prestazioni dell’elettrodomestico scelto.
Prima di affrontare il discorso, ricordiamo comunque che in commercio sono presenti un gran numero di modelli, con e senza caldaia, tali da rendere complicata la scelta finale. Occorre quindi cercare di conoscere bene l’attrezzo e all’uopo ricordiamo la presenza di siti che possono costituire un ottimo ausilio per fugare alcuni dubbi al proposito. Tra di essi consigliamo in particolare ferridastiroconcaldaia.it, ove è possibile reperire informazioni esaurienti ed utilissime.

La piastra: come sceglierla

Quando si prende in esame una piastra, occorre riservare particolare importanza ad alcuni fattori. In particolare, occorre esaminare con molta attenzione:

  1. i materiali con cui è stata costruita. Naturalmente deve trattarsi di ottimi conduttori di calore, proprio per evitare l’eccessivo surriscaldamento del ferro. La scelta in questo caso è tra acciaio, teflon, alluminio e ceramica. Il primo è in grado di assicurare grande resistenza alla ruggine, il teflon è molto apprezzato per la scorrevolezza che è in grado di assicurare, l’alluminio unisce la leggerezza alla notevole resistenza, mentre la ceramica consente di ridurre le dimensioni e raggiungere notevole capacità di divincolarsi negli spazi stretti;
  2. la forma e le dimensioni. Una forma allungata può risultare preziosa quando si tratta di trattare determinate superfici, una piastra più piccola può concentrare il vapore su determinati punti che possono risultare più ostici, mentre una più grande può abbreviare le operazioni nel caso in cui si tratti di stirare capi come le lenzuola;
  3. la presenza dei fori. Tutti i ferri, tranne quelli a secco, presentano un numero variabile di fori. Quando essi sono molti può aumentare la fluidità del ferro, oltre che l’omogeneità delle operazioni, anche se l’acqua può finire prima. Alcuni modelli, però, sono in grado di selezionare i fori in fase di utilizzazione, concentrando ad esempio il vapore sulla punta, a seconda del lavoro che devono effettuare.

L’importanza del marchio

Se la piastra è importante, ancora di più può esserlo in fase di scelta il brand. Le case più famose, infatti, devono mantenere la loro reputazione e per farlo utilizzano un serrato controllo di qualità, in modo da immettere sul mercato solo i modelli che superino l’esame, scartando in partenza tutto ciò che non va.
Inoltre sono in grado di assicurare un servizio clienti efficiente e presente lungo tutto il territorio nazionale, garantendo in tal modo la risoluzione dei problemi che dovessero essere riscontrati dagli utenti. Sarebbe quindi il caso di preferire le case più note a quelle meno conosciute, anche se magari possono costare di più.