Epilatori elettrici: ogni quanto epilarsi? Tempi fra un’epilazione e l’altra

Quanto spesso epilarsi? Quanto tempo deve trascorrere fra un’epilazione e l’altra con l’epilatore elettrico? Con questo metodo di epilazione, in genere, si può stare tranquilli più a lungo prima della ricomparsa degli odiosi peli superflui. In genere fra una passata e l’altra intercorrono 3 settimane o un mesetto, ma non c’è una regola, ci si può epilare anche ogni due settimane per abituare la pelle alle pinzette, se non si è mai usato un epilatore prima o se si ha una ricrescita più fluente. Più i peli sono corti e meno dolore, in teoria, si dovrebbe sentire, al di là di un lieve formicolio. Una volta familiarizzato con l’apparecchio, quando si arriva a un impiego abituale si potrebbe arrivare all’intervallo di un mese fra un’epilazione e l’altra, anche in considerazione del fatto che a furia di epilarsi si arriva al… Leggi Tutto

Cancelletti per bambini, come accertarsi che siano sicuri

Sicurezza è la parola d’ordine quando si parla di cancelletti di protezione per bambini in ambiente domestico. La sicurezza del cancelletto dipende dalla solidità della struttura, dall’hardware più o meno affidabile nei modelli a parete e dall’assenza di rischi di intrappolamento del bebè fra le doghe nel disperato tentativo di espugnare la barriera. Questi e altri sono fattori determinanti da non lasciarsi sfuggire nel momento in cui si sta per acquistare questo prodotto per rendere più sicura una casa dove c’è un neonato. Per scoraggiare un bambino avventuroso dall’impresa di scavalcare il cancelletto, è necessario che quello che si sta per comprare sia alto almeno tre quarti dell’altezza del bimbo. Le indicazioni, a riguardo, sono riportate nelle confezioni del prodotto, ma si attengono ai valori standard, quindi se il vostro bambino è più alto della media dei bimbi della sua… Leggi Tutto

Lavatrice: quando fa più rumore? Come ‘zittirla’

Il rumore può fare molta differenza in una lavatrice. I livelli di decibel durante il suo funzionamento, infatti, soprattutto in fase di centrifuga, potrebbero scoraggiare o, al contrario, favorire l’acquisto a seconda se il rumore è insopportabile o, viceversa, è al di sotto delle soglie standard. A onor del vero, oggi le lavatrici di ultima generazione non fanno un rumore assordante come le loro ‘antenate’, ma comunque c’è una differenza tangibile da modello a modello che può condizionarne, come dicevamo, la scelta. Quanto dovrebbe essere rumorosa una lavatrice? Il volume della ‘voce’ di una lavatrice dipende da un insieme di fattori. Intanto, dalla velocità della macchina. Giri più rapidi fanno più rumore, che tocca il culmine durante il ciclo di centrifuga della lavatrice. Chi si preoccupa per il rumore, che comunque in un elettrodomestico come la lavatrice, per quanto… Leggi Tutto

Funzioni accessorie o parametri standard? Quali criteri pesano di più nella scelta della lavastoviglie

Lavastoviglie ‘low cost’ o deluxe? Per quanto si tenda a cercare un compromesso fra qualità e prezzo che soddisfi le proprie tasche, i modelli costosi hanno spesso più opzioni di programma e funzionalità avanzate. Fra questi, si riconoscono opzioni particolarmente utili soprattutto sul fronte della sicurezza dell’elettrodomestico, come il sensore anti-allagamento, la funzione di apertura automatica della porta per lasciare i piatti completamente asciutti e persino l’optional del wi-fi integrato per il controllo da remoto della lavastoviglie via smartphone. Se le funzioni accessorie hanno il loro peso nella scelta di una lavastoviglie nuova, gli aspetti da considerare al momento dell’acquisto continuano ad essere i parametri tradizionali, in particolare fattori come le dimensioni, il consumo idrico ed energetico, la rumorosità e la potenza. Tutte caratteristiche che sarebbe meglio conoscere prima dell’acquisto, lasciando in coda le funzionalità accessorie che pure contano, ma… Leggi Tutto